02 aprile 2012

22 settembre 2011

Ricordi di Luzern: Lontano da me, vicino a me

---------- Forwarded message ----------
From: Max il Matto <max@ilmatto.com>
Date: Mon, 4 Jul 2011 23:37:38 +0200
Subject: Lontano da me, vicino a me
To: ilviaggio@ilmatto.com

Nessun rumore attorno a me. Solo un alito di vento che si sparge nel
bosco di fronte a me e il lago in lontananza.
Il tempo. Tanto. Che si ferma, che si dilata. Dentro di me si cheta
qualcosa. Non ha un nome, nè un colore. Ma si calma. Si rilassa e pian
piano diventa notte. Le stelle sopra di me son forti, ferme.
Generosamente per tutti, o per chi ha la fortuna di poter guardare il
cielo.
Buonanotte mondo, che tu possa assaporare questa pace.
Amen.

--
Inviato dal mio dispositivo mobile

..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-
Max il Matto lo trovi:
su Msn: max@ilmatto.com
su Yahoo: cicchetebom
su ICQ:262409390
su web: http://www.ilmatto.com
per mail: max@ilmatto.com
e sul cel:3477507280
..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-

--
..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-
Max il Matto lo trovi:
su Msn: max@ilmatto.com
su Yahoo: cicchetebom
su ICQ:262409390
su web: http://www.ilmatto.com
per mail: max@ilmatto.com
e sul cel:3477507280
..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-

30 agosto 2011

Ddb giorno 41 - ultimo treno per torino

Adrenalina. Pura.
Stavo dormendo, mi svegliano le urla disperate di una bimba sull'altro vagone. Sento la mamma che cerca di calmarla, la supplica di non arrabbiarsi. Io sono curioso e vorrei andare a chiedere se serve una mano. Ma non si fa, saprà arrangiarsi. Ma io sono clown, non mi faccio gli affari miei e vado. In due parole mi spiega che quando si sveglia le vengono le crisi di rabbia.
La bimba piange e strilla. Io la saluto e vado a prendere i palloncini, sono agitato, mi tremano le mani, sono invaso dalla tensione della bimba, e mi sto impicciando. Se non riesco mi faccio pure na figura dimme. Prendo il coraggio a tre mani e vado. Le parlo piano, lento. Poi più forte e più lento. è un gioco insieme, faccio un palloncino e me lo scalcia mentre lo faccio. Capisco che ho la sua attenzione e regalo il palloncino alla mamma. Lei ci rimane, un secondo di silenzio e ricomincia a piangere; ma è un pianto diverso, più vero. Lo riconosco come suo. Riprendo a parlare lento e sorrido. Le dico che ne faccio un altro, e che.. Mmm.. Chissà.. Magari posso fare.. Non ne ho idea, farò un fiore oppure un cuoricino?!
La bimba si gira, mi guarda per la prima volta. Mi fa segno di sì. Lo sa che non era una domanda ma una proposta. Le faccio il cuore, piano piano ed incuriosendola, e quando ho finito la saluto da dentro il cuore. Sorride. Le dico buongiorno e mentre me ne vado mi saluta.

Mi sto riprendendo adesso. Mentre mi tremavano le mani pensavo ai ragazzi del centro sociale di Grugliasco, che si dichiarano squatter anarchici e vanno a rubare per sentire l'adrenalina addosso. Provate questo! Quest'adrenalina ti sconvolge e ti lava. Ti rende piccolo e grato di poter contribuire al fare del bene. Poter aggiungere le proprie mani alla Sua. Questo è avere coraggio. Amen.

29 agosto 2011

Ddb giorno 40 e 41 -Un fiore in bocca può servire - il ritorno

Una quaresima.. Ma chissà se è finita..
Sono sul treno per Nice Ville, sono le 12:52, sono in una carrozza da prima classe ma credo sia la seconda.. Al controllore l'ardua sentenza!!!

- Un fiore in bocca puù servire, ma sul cappello funziona meglio! -

Ieri serata speciale.. Decido di arrischiare ancora una notte in campeggio, di godermi la serata e magari fare ancora qualche soldino.. Prendo, mi preparo (di corsa perchè MariaLaura mi aspetta in piazza centrale) acchiappo il pullman, che ormai mi conosce e non mi fa pagare, e sono in scena!
Marialaura non c'è, io inizio a fare balloons. La cerco nel frattempo. Niente. Gioco con i bimbi, e intanto mi ricordo che è domenica e lei voleva tornare dagli amici a marseille.. Mi ha scritto 20 minuti prima che io arrivassi.. Mah.
Parto per vedere se sta lavorando al porto, mi perdo a guardare le barche e ad un certo punto vengo rapito da una voce yodolesca.. Qualcuno sta cantando dello svizzerame tra le barche.. Mi addentro sul molo.. Cerco di capire da dove arriva, e vedo una barca con sopra 3 ragazze ed un uomo.. Classico marinaio felice con capelli bianchi e accoglienza da viaggiatore.
-weeee! Complimenti per la voce!!
-Grazie, ne vuoi ancora?
-certo!!
-ioeeeeeioioioioioeeeeeoioioioiiiiooooeeee!!!
[plausi e applausi]
-lo vuoi un bicchiere di vino?
-why not?!! (ora che scrivo in inglese mi accorgo che in realtà la conversazione è avvenuta in francese..)

faccio il giro, salgo sulla barca e mi piazzano davanti un piatto di pasta al ragu con spaghetti integrali e vino rosso.. Da lì in poi la serata cambia. La barca a vela è del signor Giacomo, originario della sicilia, andato in francia per lavorare e ora che sta bene si può permettere di prendere una barca, fare lo skypper per 3 mesi e passare 2 settimane a cassis o chissà dove con le figlie.. Tanto di cappello a chi parte 4 mesi per il mare e si guadagna la vacanza in barca in costa azzurra!!
Parliamo di fede e di politica (chissà perchè gli italiani all'estero sono tutti d'accordo..) le figlie prima cantano e raccontano di loro, poi spariscono a prepararsi per la serata!
Da menzionare la cantata de "alla fiera dell'est".. Credo tutto il porto l'abbia sentita!!!

Dopo praticamente due bottiglie di vino, una delle quali bevuta in due, non sento più la barca ondeggiare e capisco perchè i marinai bevono e stanno bene!!
Quando scendo non è più così, la sento ondeggiare. Ma non sono più sulla barca. Ok.. Me ne vò per le vie del paese cosciente che i bimbini sono già andati a letto e non farò più palloncini stasera. Evabbuò.. In questi casi penso sempre che se volessi passare una serata in barca a mangiare bere e chiacchierare con un ex marinaio della legione straniera pagherei più di una serata di lavoro. Sorrido. E questo contagia la gente.. Mi chiedono un palloncino, gli adulti! Poi una cameriera, poi una signora col cane vuole proprio lui.. E io ringrazio Egidio che un giorno ha fatto un barboncino ad una bimba contandogliela talmente che le ha fatto dimenticare di volere la barbie.. Lo faccio, e il vecchietto di fronte la prende in giro. Gli faccio degli occhiali. Lui ride, lei prende 10 euri e me li dà. Non vuole il resto, l'ho fatta divertire e questo vale. Anche per me, ma mi son divertito anch'io!!
Me ne vado, arricchito sia dai 10 euri che dal gesto.. Mi ferma ancora qualche ragazza al tavolo di un bar, faccio show per adulti, scoppia un palloncino e io entro in fiasco per 2 minuti buoni.. io sono imbarazzato dalle battute volgari ma chiamo tutto il bar quando due ragazze si fotografano dandosi un bacio in bocca per dire che non è niente di importante da vedere.. La gente si scassa dal ridere, io mi godo le risa e me ne vò verso la nanna.. Non ci sono pullman, ma uno che non va al campeggio mi carica, allunga il tragitto e mi porta. Grande! In campeggio incontro i due berlinesi incontrati il pomeriggio e chiacchieriamo e ci raccontiamo della giornata. Sì, è stata magnifica, e di Marialaura nemmeno l'ombra, sarà partita per marseille. Ragazzi, buonanotte, domani torno in italia!

-Il ritorno-

dormo, mi sveglio, striscio in bagno, guardo l'ora. è tardi. Faccio le valigie e smonto la tenda e vado diretto alla fermata del pullman. Si avvicinano due ragazze, quando arriva il pullman? Dieci minuti. Ok, grazie.. Sei svizzero?

O.O

due ragazze di zurigo mi chiedono se sono svizzero. In francia. Parlando francese ed inglese. Wow!
Chiacchieriamo, ed io sto dormendo e le racconto che un pezzo di cuore vive a Luzern, che non so parlare suizzerduic e sono italiano. Loro sanno dire fazzoletti stuzzicadenti pastasciutta scusi, dov'è il bagno?. Io so so dire solo cartoffeln, luegmail, ich habe hungry (se sbaglio Sarah non mi uccidere!) e can ich gehe in schaisseroom?

i 3 posti accanto a me erano prenotati, si siedono 3 inglesi di manchester e mi ricordo che ho fame. Mangio la mia insalatina comprata di fronte alla stazione di Toulon. Pensavo di aver fatto na cazz_ta. Invece no. Insalata pomodoro fegatini polpo pancetta uovo patate crostinidipane. Sticazzi. Ne lascio un po', perchè é buonissima, e dopo mangiato mi sento un'altro: gliene lascio un po', deve assaggiarla anche lui!

Tra un'ora scendo dal treno. Ne approfitto per dormire. Bye bye!

Max

ps: anche gli inglesi pensano che la loro lingua sia quella parlata in tutto il mondo tranne che in francia!!

Ore 16:38 - Ventimiglia - Italia!!!

Sono sceso dal treno e a 20 metri c'era un bar.. Da buon italiano ho ordinato finalmente un caffè e chiamato casa!!
Ora cedo alla voglia di non cercare dove dormire e prendo il treno per torino. Vedremo come mangiare più avanti. Stasera porto giù Maggie e mi godo l'afa di torino, passo in sala e lascio finalmente le valigie a casa.. Mai più. E meno male che non ho fatto acroaerea per potermi muovere più facilmente!! ..l'anno prossimo faccio il raccontastorie a richiesta! Oppure imparo a fare delle valigie decenti!!! (zitti tutti, miei compagni di viaggio.. Non erano troppi.. Erano necessari.. Muhahahahaha!!)

a presto strada, è stato bello conoscerti.

28 agosto 2011

DdB - giorno 39 - Cassis, la costa azzurra, il concerto parallelo

Ieri decidiamo di lasciare marseille, che non è un posto dove si lavora sul serio, prendiamo il treno e arriviamo a cassis.
Prendo atto che non sono un punkabbestia. Dopo aver ricevuto e subìto critiche sulle troppe spese non necessarie, e dopo averci meditato su, questa è la conclusione: spendo e guadagno, preferisco rischiare.
Appena arrivato prendo un posto in campeggio, spendendo gli ultimi soldi rimasti per il cibo, mi vesto e sudando mi metto in strada. Il pomeriggio mi faccio pubblicità, ma nessuno compra, e mi sento un po' stupido ad aver preso il campeggio in perdita.. Ma la tranquillità di sapere dove dormire mi fa restare in strada fino a tardi, e paga. Pagano i balloons, e pagano i sorrisi delle mamme, dei papà che contenti di vedere il figlio sorpreso e felice tornano per darmi ancora qualcosa.. Forse potrei fare più soldi non regalando palloncini ai bimbi che stanno sempre attorno a giocare, ma mi rende più allegro e secondo me questo cambia tanto.
Alla fine siamo tutti e due in campeggio, Mary ha nascosto male l'orgoglio e dorme fuori dalla tenda (credo per non pagare la piazzola) ma io apprezzo tanto perchè dormo sereno con spazio e tutti i bagagli con me.
Durante questa serata c'è stato un concerto in svizzera, con sabine e tutta la Carovana del Bu.. Mi piacerebbe davvero vederli prima o poi! è più di un anno che li conosco ormai, e non li ho mai visti! Non ho ancora notizie, ma conoscendoli è stato bellissimo e saranno ancora a ballare o chiacchierare a casa di qualcuno.. Chevitadimerda!! :-D
Sono ore e giorni in cui si ritrovano gli equilibri, aspetto notizie del lavoro a torino, tra un po' riinizia l'anno scolastico di Sabine e sarà di nuovo faticoso star lontani, e non avrò la mattomobile a portarmi da un momento all'altro via! C'è di buono che mi sto abituando a non avere la macchina, è possibile vivere senza, e anche se probabilmente avrei lavorato un sacco di più non sarei stato a stretto contatto con le mille persone che han fatto parte di questo viaggio.. Diversi modi di vivere il viaggio che non avrei conosciuto!
Grazie gente!
..mi sento sulla strada del ritorno.. La direzione è cmq torino, e se non trovo un passaggio prima del primo settembre ciapo il treno e corro a vedere Bià che si sposa!!! Che fissa!!

Pian piano le musiche e voci del campeggio si affievoliscono, e con loro i miei filosofeggiamenti.
Non ho riletto cos'ho scritto, ma spero sia arrivato che sto bene, sono al mare, passo da torino molto prima di natale, e che mi piace questa vita, non la capisco, a volte cerco di condurla, a volte mi ci abbandono, ma mi piace!
Ok mamma, mi troverò un lavoro vero prima o poi.. O forse mi convincerò del tutto che anche questo è un modo per rendere il mondo un po' migliore di come l'ho trovato, e riuscirò finalmente a farmi pagare in maniera decente. Fuori dall'italia è possibile.. Sono meno creativi con la matematica ma stranamente funziona!!
Mi annanno, che domani divento ricco!
Sorrisi a tutti!

Mesieur Balòn

24 agosto 2011

DdB giorno 35 - Marseille - Mare balloons e pesca notturna

L'ultima volta che ho scritto eravamo in hotel.. Colazione e treno per aurillac.. Praticamente tra trenini e coincidenze di ore siamo arrivati in serata il giorno prima dell'inizio del festival e, dopo ore ad attendere notizie di una tenda abbiam chiesto ospitalità ad un camper per luisa, e un ragazzo ci ha offerto il suo camioncino tutto arredato ed è andato a dormire in tenda vicino agli amici!! Bello pensare di far parte di quest'orda di matti che ti lasciano casa loro senza nemmeno conoscerti, solo perchè ti serve!
Il giorno dopo avevamo la tenda, comprata per 20 euri al supermercato!!
..e comincia ad arrivare la gente, e le serate diventano lunghe e piene di gente che urla APEROOOL!!!.. e per poter dormire decidiamo di spostarci nella zona famiglie (pesante se ci penso!) e inizia il festival!
Primo giorno un po' di sopralluogo, e il secondo ci mettiamo all'opera: io palloncini, Sabine truccabimbi, Luisa fa da pubblico per gli spettacoli vicini o aiuta (!) a truccare!!! Bellissimo modo di festeggiare il nostro incontro esattamente un anno prima a campiglia! E i pensieri e gli abbracci volano verso Martina, che non vediamo da un sacco e ci piacerebbe raggiungere da qualche parte, verso gli amici dei festival italiani, dove in pratica ci si conosce tutti..
É diverso qui.. Il livello è altissimo per qualcuno e bassissimo per molti altri.. Una tra le prime cose che vedo è un clown bravissimo che lavora con una minimarionetta su di un minipalco montato su un cavalletto. Poi un facepainter che fuma mentre trucca. Poi un'orda di punkabbestia che si rovesciano letteralmente per strada!
Nel frattempo arriva il maldigola a Sabine, che le porta un po' di febbre e ci obbliga piacevolmente a stare un po' fermi in campeggio.
L'arrivo di marialaura, che nel frattempo faceva autostop tra germania svizzera e francia, cambia gli equilibri e ridà la voglia di lavorare insieme e fare spettacolo!
Con lei arrivano anche due clown fantatici, punkabbestia clown, con piercing al nasorosso, magliette e jeans strappati e ferraglia in giro, davvero da vedere, peccato non averli fotografati!

Usciamo la sera con l'obbiettivo di far festa e trovare medicine e un treno per la svizzera per sabine, e incontriamo un gruppo di ragazzi della scuola dimitri di Verscio, che a fine festival tornano in svizzera.. Perfetto!! Birra, torte salate con formaggio di capra e gente gente gente!! Ci si trova tra amici anche se due ore prima non ci si conosceva e tra due ore forse non ci si incontrerà mai più. Mi piace questo. Sciogliere i legami per averne ancora di più. Non doversi legare alla persona, ma crescere nell'essere amici degli altri, quale che sia il loro nome o la loro storia. Mi piace essere il prossimo di qualcuno, poter vivere la gratuità pura di un gesto, mettere un sorriso sul volto di una persona che lo porterà chissàddove, a persone sconosciute che ne gioveranno!

Basta robe sdolcinate. Traducendo iniziamo a far baldoria!! :-D
Fino alla serata finale del festival che inizia con un pastisse e finisce due ore prima che Fra e Veronica arrivassero inaspettatamente alla tenda con il pepe al culo per tornare a torino! ..non ho capito, ma ero davvero stordito!
Ci mettiamo daccordo con Mary e ci diamo appuntamento a Lyon, io col camper di Vero, lei con la macchina di Italo (incontrato lì con Pat e Lapo, ci sarebbero troppe cose da raccontare!)
alla fine ci becchiamo a Valence, dove dormiamo alla stazione dei pullman e la mattina prendiamo il treno per Marseille.. Et voilà la mer!
Il primo bagno della stagione, seguito dall'incontro con Richy e Giorgio, musicisti torinesi appena trasferitisi qui per far musica come si deve.
E si visita marseille, e si svacca col caldo che ti squaglia! O come dice MariaChiara, ti sublima!
Oggi invece colpo di orgoglio e prendo baracca e palloncini e mi butto in strada.. Verso le 17, che in italia è l'orario in cui i bimbi sono in giro a giocare. Ma non qui. Regalo qualche palloncino ma non faccio un euro fino alle 20. Poi mi siedo sul bordo di una fontana per cercare di collegarmi ad internet e vengo disturbato da un coso basso che esce suoni confusi e mosci.. Bah.. Un robino francese probabilmente. Chissà che vuole.. Ah, ho i palloncini in testa e una pompetta legata in vita.. Vuoi vedere che.. :-P
Mi sveglio e gli faccio un palloncino, alzo gli occhi e i ristoranti iniziano a riempirsi di turisti e persone.. Zerio!
Lavoro e mi diverto come sempre quando sto in strada libero, faccio palloncini e gioco coi bimbi che vagano per la piazza. Da citare: il cameriere che mi chiede di fare un pisello, gliene faccio due e me li paga entrambi, poi mi chiede di fare un mitra e mi dice di tornare domani che pensa a cosa chiedermi. La bimba che mi chiede un palloncini ma non ha soldi, le dico che ho sete e se mi porta un bicchier d'acqua facciamo un degno scambio e lei torna dopo mezz'ora con 4 amici e una bottiglia d'acqua recuperata in qualche locale!. Il ragazzo innamorato che non ha soldi in tasca ma che per farmi fare un cuore per la fidanzata mi offre metà delle sue sigarette. Mia cugina Elena che si avvicina incuriosita per vedere che sia mai fossi io quel palloncinaro troppo elegante per essere me.

Tralasciando il fatto che non ho la minima idea se questo sia italiano (e questo? Ma riesco a scrivere semplice e conciso?!)

la serata finisce in chiacchiere e palloncini con Cri ed Ele e quando torno a casa dagli altri e dal cuscus usciamo per venire a pescare. Qui non si cava un pesce dall'acqua, ma è rilassante stare sul bordo del mare con una canna e una sigaretta a scrivere il diario di bordo.
Da pesca mamma, da pesca la canna!

Ora che ho aggiornato la mia posizione spaziotemporale, aggiungo che sto bene, sono felice, vorrei rivedere un sacco di persone ma non ho fretta, spero siano tutti sereni e che vivano e amino. Poi ci si racconterà. Torno per natale ad ogni costo! (o per il matrimonio di Bià!!)

ssnmccnm stt

15 agosto 2011

DdB Giorno 25 - Bordeaux - welcome to the hotel California!

Bienvenue à l'hotel California! Se volete uscire c'è un portiere tutta
la notte.. Ok, dato che non mangiamo da ieri pomeriggio usciamo in
cerca di cibo e architettura.
La troviamo. La pappa intendo. Di fronte all'abazia della santa croce,
con le guglie e la tortillas, le statue di tufo e le cozze marinate.
Wow. Quando ti trovi a sorridere e sai il perchè. Ecco. Abemus pappa!!

Siamo arrivati qui per vie diverse, dopo due giorni in una casa
bellissima da un'amica di sabine (finire la giornata con un bicchiere
di porto in giardino o sul divano con la musica di un giradischi è
davvero rigenerante), loro hanno preso il treno alle 6 di mattina e a
me son venuti a prendere alle 9 sotto casa un ragazzo tedesco e una
giapponese con una seat leon!
Dal belgio al sud della francia con musica e aria condizionata e
autista! Uhm.. Ce la staremo godendo un po' troppo?!

Beh, le sedute di organizzazione sono tante e ogni passo che facciamo
ha alle spalle telefonate, sms e ricerche su internet.. E a volte
sembra non ci sia soluzione. Come oggi. Nessun posto in hostelli o
case della gioventu, nessun pullman o treno per andare al mare o ad
aurillac.. Ma poi.

Dopo aver pensato di dormire in stazione abbiam trovato un posto, e
stanotte ci godiamo l'hotel, con colazione e doccia, e domani
continuiamo a fare i globe trotter!
Beh, sappiamo ci saranno due giorni di sole, quindi la scelta resta
tra mare e poi festival, o festival e poi mare. Al festival non c'è da
dormire ma c'è da lavorare, al mare non c'è da dormire nè da lavorare
(forse) ma c'è da fare il bagno!

La stanchezza del viaggio e la comodità del letto si sommano in un
sereno yahwnn..

--
..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-
Max il Matto lo trovi:
su Msn: max@ilmatto.com
su Yahoo: cicchetebom
su ICQ:262409390
su web: http://www.ilmatto.com
per mail: max@ilmatto.com
e sul cel:3477507280
..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-..-''-